Le nostre letture

Moderatori: -*jeje*-, dreamss

Le nostre letture

Messaggiodi Mariposablu il 5 gennaio 2007, 18:21

Non ne parlo molto, ma leggere è una delle mie passioni: leggo ovunque, con una certa predisposizione a leggere quando ho una pausa forzata (in treno,in fila, etc).
So che c'è un post che parla dell'ultimo libro letto,quello che si legge etc, ma ormai lo trovo lunghizzimo :smt034
Quindi, se per gli acquisti e i capelli stiamo facendo dei 3d quasi personali...fatemelo fare x i libri :smt042

Iniziato e finito a tempo record, in questi giorni di festa:
Giancarlo Carofiglio,
Ragionevoli dubbi
Immagine
Il riassunto spicciolo lo potete leggere online :smt034 , è un romanzo abbastanza corto, giudiziario e mezzo poliziesco, ambientato in una bari invernale, scritto dal magistrato Carofiglio, il cui protagonista si trova a difenedere un tipo la cui unica cosa che gli piace è la consorte...
Lo consiglio.
Avatar utente
Mariposablu
Opale
Opale
 
Messaggi: 5712
Iscritto il: 23 febbraio 2005, 19:57
Località: florence

Messaggiodi Fecolina il 5 gennaio 2007, 18:26

io mi sono presa questo il 1° gennaio
Immagine
Alla fine degli anni '50, mentre migliaia di contadini indiani vengono cacciati dalle loro terre da nugoli di insetti assassini, tre entomologi newyorkesi inventano un insetticida miracoloso. La Union Carbide, la multinazionale che lo produce, decide di impiantare una grande fabbrica nel cuore dell'India, nella splendida Bhopal. I lavori hanno inizio negli anni '60 e termine nel 1980, quando la fabbrica gioiello viene finalmente inaugurata. Ma il sogno ha vita breve: il 2 dicembre 1984 la fabbrica esplode causando la morte di migliaia di persone e compromettendo gravemente la salute di molte altre, a causa delle emissioni di gas nocivi.

ancora non inizio a leggerlo però :smt034
Immagine

Ieri è il passato, domani sarà il futuro. Oggi è un DONO, infatti lo chiamiamo PRESENTE
Avatar utente
Fecolina
Zaffiro
Zaffiro
 
Messaggi: 17312
Iscritto il: 21 gennaio 2005, 15:16
Località: Giulianova (abruzzo)

Messaggiodi cassiana il 5 gennaio 2007, 18:45

Feco leggiti quel libro che è bellissimo!!
Avatar utente
cassiana
Zircone
Zircone
 
Messaggi: 879
Iscritto il: 25 aprile 2005, 20:12
Località: roma

Messaggiodi Fecolina il 5 gennaio 2007, 18:48

grazie cassi non vado l'ora di iniziarlo ma non ho mai tempo :smt066
Immagine

Ieri è il passato, domani sarà il futuro. Oggi è un DONO, infatti lo chiamiamo PRESENTE
Avatar utente
Fecolina
Zaffiro
Zaffiro
 
Messaggi: 17312
Iscritto il: 21 gennaio 2005, 15:16
Località: Giulianova (abruzzo)

Messaggiodi Devon il 5 gennaio 2007, 19:51

Iniziato dopo Natale e già letto:

Georges Simenon
La neve era sporca

Immagine

Note di Copertina:

Frank, il memorabile protagonista di questo romanzo, ha diciannove anni ed è figlio dell'attraente tenutaria di una casa di appuntamenti in una città del Nord durante l'occupazione nazista. Freddo, scostante, insolente, solitario, Frank vuole in segreto una cosa sola: iniziarsi alla vita. E crede che il modo migliore per farlo sia questo: uccidere qualcuno senza ragione. Lo fa. Poi compie altri crimini, sempre in qualche modo gratuiti. Con sbalorditiva sicurezza, Simenon entra nella testa di questo personaggio al limite fra l'abiezione e una paradossale innocenza, abitante di quella psichica terra di nessuno di cui Do-stoevskij è l'invisibile guardiano. E intorno a lui fa vivere, fino a dargli una presenza allucinatoria, il mondo della neve sporca, la sordida scena di una città dove tutto è tradimento, rancore, doppio gioco. Non solo: su questo sfondo cupo e sinistro riesce a tracciare, quasi prendendoci di sorpresa, una storia d'amore che è una sorta di triplo salto mortale, perfettamente riuscito e convincente.

Ho deciso di prendere tutti e 10 i libri che escono con l'Espresso, questo era il primo e devo dire che è molto bello.
Lo consiglio a tutte!
ImmagineImmagine
Avatar utente
Devon
Quarzo
Quarzo
 
Messaggi: 1985
Iscritto il: 22 febbraio 2005, 15:05
Località: Toscana

)).

Messaggiodi Mariposablu il 13 febbraio 2007, 14:02

Intanto ho letto qualcosina (un altro di carofiglio, e de cataldo, sempre legal-thriller...), ma ho finito da un paio di giorni un bel libro...che magari siccome va di moda adesso avete già letto :smt034
Immagine
Il cacciatore di aquiloni, di Khaled Hosseini (googleatelo!).
La prima parte è ipnotica, la seconda :smt072 , mentre la terza non mi è piaciuta granchè :smt032
Vale sicuramente la pena!
Cercate riassuntino e biografia in rete :smt042 (su ibs, tipo)

Ora ne ho iniziato un altro, ma prima vedo come è!
...si sa che la gente dà buoni consigli se non può più dare il cattivo esempio...
Avatar utente
Mariposablu
Opale
Opale
 
Messaggi: 5712
Iscritto il: 23 febbraio 2005, 19:57
Località: florence

Messaggiodi Devon il 13 febbraio 2007, 16:17

Continuo con la collana Adelphi.. (sto facendo la collezione di libri che danno con il settimanale L'Espresso) :smt033

Immagine

Leonardo Sciascia - Todo Modo

Il romanzo di Sciascia metteva in scena la connivenza tra potere politico, economico e religioso. Si rivelò non solo in straordinaria sintonia con i suoi tempi, ma anche tristemente profetico.
di Maria Agostinelli

«Todo modo... para buscar y ballar la voluntad divina»: la Primera anotaciòn degli Esercizi spirituali di Sant’Ignazio di Loyola dà a Leonardo Sciascia il titolo per uno dei suoi libri più ambigui.
Todo modo viene pubblicato nel 1974. Sembra che l’idea del racconto fosse venuta a Sciascia dopo un soggiorno presso l’albergo salesiano di Zafferana Etnea, una località che nel libro verrà trasformata in Zafer.
La stesura di Todo modo inizia nell’estate del 1973. Durante un soggiorno nel Chianti, Sciascia vede un’opera di Rutilio Manetti in cui Sant’Antonio viene tentato dal diavolo con gli occhiali: gli occhiali sono destinati al santo, afflitto da problemi di vista, ma hanno la particolarità di fargli leggere il Corano convincendolo che si tratti della Bibbia. L’impressione è forte, tanto che Sciascia utilizzerà il quadro per tracciare la controversa figura di don Gaetano.

Questa la storia. In un luogo non ben precisato della campagna italiana, un quarantenne pittore di fama (le cui vicende vengono narrate in prima persona) si imbatte in un’indicazione: Eremo di Zafer. Stanco del successo, della vita inautentica che conduce, della girandola di mostre, galleristi, critici d’arte, questo personaggio curioso e scettico decide di prendersi una pausa tra le pareti silenziose e intime dell’eremo. Ma lo attende una sorpresa: l’eremo è in realtà un casermone informe e grigio, dove ogni estate politici, bancari e altri potenti di varia natura si riuniscono per dedicarsi ai loro esercizi spirituali. A guidarli c’è un prete potente e scaltro: don Gaetano, figura che Sciascia traccia con straordinario acume. Poteva renderlo bigotto, poteva conferirgli le caratteristiche immediatamente riconoscibili della corruzione, e invece ne fa un personaggio incredibilmente intelligente, di quella intelligenza paradossale e aporetica che lo rende così vicino al diavolo di Manetti. Don Gaetano porta il suo stesso modello di pince-nez: quasi a intendere che la propria vastissima sapienza ha la contraddittoria capacità di avvicinarlo tanto al bene quanto al male. Il protagonista ne è affascinato e disgustato: il disprezzo di don Gaetano verso i vari onorevoli e commendatori che popolano il suo eremo, ma al contempo la sua dipendenza dal loro potere e dai loro peccati, lo rendono un personaggio di confine, mai prevedibile, sempre in anticipo sulle intenzioni e i pensieri altrui. Il laicismo del pittore lo porta ad ingaggiare una guerra sottile e reverenziale con il religioso.
Ma, improvvisamente, avviene il primo omicidio: quello di un onorevole, valutato come integerrimo e al contempo stimato per le generose mazzette che in passato ha elargito ai presenti. Viene freddato durante un grottesco rosario collettivo. Chi è stato? E perché? Pare che tutti lo sappiano, compreso don Gaetano, e nessuno ne voglia saper niente. Seguiranno altri due omicidi, ma non si giungerà ad alcuna soluzione.

Veramente ben scritto, però io sono di parte, mi piacciono molto i libri di Sciascia :smt051
ImmagineImmagine
Avatar utente
Devon
Quarzo
Quarzo
 
Messaggi: 1985
Iscritto il: 22 febbraio 2005, 15:05
Località: Toscana

Messaggiodi perlinazzurra il 13 febbraio 2007, 19:33

L'ho comrpato solo perchè costava 6 euro...
Divertente, niente di che, mi è piaciuto di più l'altro!

Immagine
Titolo: Al diavolo piace dolce Titolo originale: Everyone worth knowing Autrice: Lauren Weisberger Traduzione: Francesca Spinelli Casa editrice: PIEMME pag:458 costo: 5,9 euro


"Al diavolo piace dolce" è il secondo libro di Lauren Weisberger ed è chiaro come il sole che la traduzione italiana del titolo, che non ha molto a che vedere con la trama, cerca di ricordare solo il più famoso "Il diavolo veste Prada", primo volume della stessa autrice da cui è stato tratto di recente anche un film di successo. Il romanzo è ambientato nel mondo delle celebrità da tabloid di New York, dove la giovane Bette, dopo aver perso il precedente lavoro, finisce per occuparsi dell'organizzazione di party ultramondani. Il mondo dei divi è un ambiente dissoluto, dove scorrono alcol e droga a fiumi e si bada solo all'apparenza, ma la nostra eroina, come tute le protagoniste di romanzi rosa, è una brava ragazza che riuscirà entro le 458 pagine di questo libro ad approdare ad un'occupazione più onesta e a trovare il vero amore. Non credo di avervi rovinato il finale, perché se un romanzo rosa come questo (cioè che più rosa non si può, compresa la copertina) non finisce bene, allora davvero non vale la pena nemmeno di comprarlo.
Lo sviluppo della trama ricorda molto quello dei classici romanzi Harmony che, forse non a caso, vengono anche citati nel libro (vengono chiamati Harlequin che è il nome americano degli Harmony) , Bette ne è infatti una accanita lettrice. Rispetto ai romanzetti più economici, la Weisberger ha sicuramente un stile di scrittura migliore, che non manca talora di sprazzi di ironia, ma di sicuro non brilla per particolare originalità. Vi dico solo che "il prescelto", "il principe azzurro", "l'uomo del destino" è uno che sa abbinare i jeans con la maglietta attillata (e quindi "si sa vestire") e legge a lavoro "L'amante di Lady Chatterley" (il che dovrebbe farci capire che è intelligente e d'animo sensibile) : io spero che fosse ironia, ma ho il dubbio che non lo sia...Definirei questo libro "un harmony di qualità": cioè stupido da morire, ma scritto in modo decente, anche se non arriverei a dire "scritto bene". Ho trovato interessante solo la descrizione dello stile di vita vip, che in pratica si può riassumere nell'essere perennemente "fatti" di qualcosa (il che spiega come si faccia a spendere 6000 dollari per la borsa di cui al post n° 228 )e nell'essere capaci di abbinare i vestiti agli accessori, tutti ovviamente rigorosamente ultrafirmati.
Zia felice di Martina, di Margherita, di Mattia e di Matteo e mamma di Greta!!!
Immagine
Immagine
Avatar utente
perlinazzurra
Ametista
Ametista
 
Messaggi: 12870
Iscritto il: 23 febbraio 2005, 8:54

Messaggiodi cassiana il 13 febbraio 2007, 23:29

Eccomi qui, dopo Lo hobbit, Le cronache di Narnia e qualche thriller (si vede che non ho niente da fare!) Ho cominciato "Morti scomodi" di Paco Ignacio Taibo II e il Subcomandante Marcos.

qui
Avatar utente
cassiana
Zircone
Zircone
 
Messaggi: 879
Iscritto il: 25 aprile 2005, 20:12
Località: roma

Messaggiodi Mariposablu il 13 febbraio 2007, 23:34

Io l'ho iniziato Cassie, ma a una certa mi devo essere distratta e non ci ho capito + nulla coi nomi :smt034
Se dici che è interessante lo riprendo (in lingua, ci vuole determinazione :smt033 ).
...si sa che la gente dà buoni consigli se non può più dare il cattivo esempio...
Avatar utente
Mariposablu
Opale
Opale
 
Messaggi: 5712
Iscritto il: 23 febbraio 2005, 19:57
Località: florence

Messaggiodi Fujko il 14 febbraio 2007, 20:52

Sto leggendo questa bella autobiografia che mi sta molto motivando :smt003

Immagine

The late Sam Walton was one of the shrewdest and richest merchants in America. Centered on the building of his Wal-Mart empire, his book, like fellow magnate Sandra Kurtzig's CEO: Building a $400 Million Company from Ground Up ( LJ 5/1/91), is light on biography. However, readers will enjoy the folksy narrative of the small-town millionaire who revolutionized retail distribution. Walton also addresses accusations against him, such as running the competition out of town. Coauthor Huey does a fine job of incorporating candid testimonials from family members and associates, who thought Walton's ideas were sometimes silly. Shortly after Walton's death, the book was given an overly sentimental postscript (a minor detraction) and rushed into print. Highly recommended for public and academic business collections.
Avatar utente
Fujko
Corallo
Corallo
 
Messaggi: 9080
Iscritto il: 21 gennaio 2005, 21:13
Località: Milano

Messaggiodi miriam il 20 febbraio 2007, 10:11

io settimana prossima inizio a leggere il libro di federico moccia:scusa ma ti chiamo amore,l'ha letto una mia amica,ha detto è bellissimo come 3msc e ho voglia di te
Avatar utente
miriam
Corallo
Corallo
 
Messaggi: 8086
Iscritto il: 9 gennaio 2006, 17:22
Località: napoli

Messaggiodi zophiel il 20 febbraio 2007, 10:15

Io & Marley :smt003
Immagine

Contenuto:
Quando John e Jenny, una giovane coppia della Florida, decidono di adottare un cane per fare pratica come genitori non si immaginano quale uragano sta per abbattersi sulla loro casa. Marley, un Labrador giallo, da adorabile cucciolo si trasforma immediatamente in un gigante maldestro che si lancia attraverso le porte a zanzariera, distrugge le pareti, sbava sugli ospiti, ingurgita qualsiasi cosa attiri la sua curiosità, dai gioielli ai divani, e fugge dai bar tirandosi dietro il tavolino. Insomma, è la vergogna della scuola di addestramento e la disperazione del suo veterinario, che non sa più quale tranquillante prescrivergli. Ma Marley ha anche un cuore puro e innocente. Come rifiuta ogni limite imposto alla sua esuberanza, così la sua lealtà e il suo attaccamento sono infiniti, e la sua allegria devastante ma contagiosa sa riconquistarsi ogni volta l'affetto dei padroni. Questo libro è la sua storia, le gesta di una 'persona non umana' che ha condiviso le gioie e i dolori della famiglia mentre questa cresceva, se n'è sentito parte anche nei periodi in cui nessuno voleva più saperne di lui e soprattutto è stato, per tutta la sua esistenza, un distruttivo, insostituibile, commovente esempio d'amore e fedeltà. Bestseller n. 1 negli Stati Uniti, il resoconto toccante e irresistibile di una vicenda vera, dedicato a un cane dal suo miglior amico.


:smt085
Immagine
Avatar utente
zophiel
Zaffiro
Zaffiro
 
Messaggi: 15518
Iscritto il: 19 gennaio 2005, 16:23
Località: Genova

Messaggiodi Fecolina il 20 febbraio 2007, 10:21

Fecolina ha scritto:grazie cassi non vado l'ora di iniziarlo ma non ho mai tempo :smt066


ho accantonato questo perchè ci vuole molta attenzione per seguirlo e al momento non riesco a concentrarmici su.
così mi sono data ad una lettura più leggera mooooooltooooo più leggera, cuori in atlantide di king :smt033
Immagine

Ieri è il passato, domani sarà il futuro. Oggi è un DONO, infatti lo chiamiamo PRESENTE
Avatar utente
Fecolina
Zaffiro
Zaffiro
 
Messaggi: 17312
Iscritto il: 21 gennaio 2005, 15:16
Località: Giulianova (abruzzo)

Messaggiodi cailyn il 20 febbraio 2007, 10:21

Lo voglio leggere pure io!!! :smt019

Ora sto leggendo "scuola di cucina", un bel manuale!
Avatar utente
cailyn
Ametista
Ametista
 
Messaggi: 12143
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 10:03
Località: Bergamo

Prossimo

Torna a Musica, Libri, Riviste, Tv e Cinema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron